Home Storia

Statistiche

Hits visite contenuto : 287563
La Storica Pallacanestro Cerea
La Storica Pallacanestro Cerea PDF Stampa E-mail
Venerdì 02 Gennaio 2009 10:30

I primi tesserati furono i ragazzi del 1957 sia maschile che femminile e la società riuscì a schierare due squadre una allievi maschili e una allieve femminili.

La federazione autorizza lo svolgimento delle partite anche all’aperto e la neonata Pallacanestro Cerea, in attesa del completamento della palestra delle scuole elementari del Villaggio Trieste, inizia a disputare gli incontri giocando nel campo all’aperto antistante lo stadio comunale.

Nel 1972 viene assunto a tempo pieno come allenatore Giason Gianni proveniente dalla vicina Legnago.

Il primo marchio che accosta la propria immagine a quella dei colori biancorossi è la ditta ORSOLATO LEGNAMI.

Tra un brulè in inverno con le retine dei canestri ghiacciate  e un thè ghiacciato in estate con le solette delle scarpette che si sciolgono sull’asfalto , si forgiano i primi talenti del basket ceretano.

La pallacanestro Cerea non è solo maschile ma svolge un ruolo importante anche il settore femminile.

Prima partita del campionato di promozione femminile, allenatore Tomezzoli, coadiuvato da Giason: si gioca al Palasport di Vicenza contro la squadra che qualche anno dopo con il marchio Zolu Vicenza giocherà per lo scudetto in serie A.

Risultato 98 – 1 per la squadra di casa.

Le ragazze si erano letteralmente perse nell’immensità del palazzetto, abituate com’erano a giocare nella palestra dello stadio. Inizio del secondo tempo    (48 – 0) : palla conquistata dalle nostre , entrata in terzo tempo , canestro! Sembra il canestro della vittoria all’ultimo secondo : tutta la panchina scatta in piedi, va in campo ad abbracciare il quintetto , e cominciano i salti di gioia tra lo stupore generale. Era un autocanestro!!!

E’ nel 1974 che il giovanissimo Marangoni Tiziano viene notato dai talent scout dell’IGNIS VARESE e alla fine dell’annata sportiva si trasferirà a Varese.

Tiziano viene convocato nelle rappresentative nazionali cadetti e Juniores nei tre anni successivi.

E’ questo il periodo in cui avviene l’avvicendamento al comando della presidenza, allorchè nuovo timoniere viene eletto Longhi Carlo e segretario Menegazzi Doriano.

Sempre in questi anni si concretizza il progetto Cerea con l’arrivo di Giuliani, Piva, Zerbinati, Perini, Pesarin, Bruschetta, Giason (allenatore/giocatore).

Nel 1981 la società affronta la primi crisi economica-tecnica con la partenza di tutti i suoi atleti che si dividono tra Legnago e Minerbe.

Nel 1983 la società conquista la possibilità di disputare il suo primo campionato di Serie D, e nuove forze arrivano a giocare a Cerea  Vielmo, Roy, Gilmozzi, Trivellato, Lunghi.

1985 retrocessione in promozione e si ricomincia con un nuovo progetto puntando suoi nuovi giovani ed un nuovo marchio LATTE BURRO VIRGILIO della famiglia Trentin che assume anche la Presidenza.

1986 arriva la prima finale regionale dei colori biancorossi con la squadra cadetti che ottiene la possibilità di giocare al Palaverde di Treviso le finali regionali: terzi classificati.

1994 ripescaggio in serie D e tra mille difficoltà si riesce a completare onorevolmente il campionato con la salvezza maturata solamente nell’ultima giornata di campionato.

1995 retrocessione della squadra in promozione.

Dura più di un decennio la società targata Trentin fino al 1996 quando ad assumere la presidenza arriva un giovanissimo Montagnani Luca e il suo alter ego Maggioni Lorenzo.

La società cambia i proprio colori societari e passa al bianconero, per il settore maschile e al biancoazzurro per il settore femminile.

Nel 1999 gli allievi guidati da Lunghi conquistano il titolo provinciale e si arrendono solo ai Bears Mestre nella finalissima per il titolo regionale dopo per altro averli già sconfitti nei preliminari.

E’ storia recente il passaggio di presidenza da Montagnani Luca al consigliere regionale Bozzolin Franco.

Per cinque anni il Dott. Bozzolin sostiene con la sua presenza attiva i colori bianconeri fino alla  stagione 2004/2005 quando per incompatibilità con la carica politica rassegna le dimissioni.

Anni di alterne vicende. Dalla finale persa di tre punti contro l’Atletico di Borgo Venezia di fronte al palazzetto di via Gandhi gremito in ogni ordine di posto da un pubblico entusiasta.

Coach Lanza Marco traghettò un gruppo omogeneo di giovani e vecchi ad accarezzare un sogno.

Alternando stagioni in cui l’obiettivo di lanciare i giovani provenienti dal proprio vivaio non sempre hanno dato i risultati sperati.

Ma ancora il settore femminile, pur stentando per numero di tesserate, ha dato risultati importanti: Vincitrici dei campionati Allieve per due stagioni (2000/2001 2001/2002) e seconde classificate nella stagione 2002/2003 (All. Brasioli);  seconde classificate campionato cadette femminili provinciali 2003/2004 e ammesse alle finali regionali dove si sono classificate al settimo posto (all. Maggioni).

I giovani comunque ci sono: Pettene Michele in C2 ad Ebbro , Boschini Matteo Under 21 ad Ebbro, Merlin Stefano serie D a Trento, Pasotto Martina A2 femminile a S.Bonifacio, Zago Elisa e Margotto Ilaria a Cologna Veneta campionato Under 14 regionale.

A partire dalla stagione 2006/2007 al timone della conduzione della prima squadra che partecipa al campionato di Promozione maschile c'è Coach Maggioni Lorenzo che prosegue la politica del lancio di nuovi giovani.

E' fine agosto del 2006 quando Beghini Enrico, che avrebbe dovuto condurre la squadra per tutto il campionato, accetta la proposto di Verona Basket (serie D) , di comune accordo con la società, ma lasciando quindi libero il posto di allenatore della Promozione.

Anche i nuovi innesti, che avrebbero seguito il Bego a Cerea, non arrivano e Maggioni decide di raccogliere la sfida. Allestire la squadra in quattro e quattrotto con l'obiettivo di non far sfigurare Cerea nei parquet della provincia.

Per tutto il girone di andata la squadra si posiziona tra i primi tre posti e sono molte le soddisfazioni che i supporters ceretani hanno, spesso a fil di sirena, con la squadra che vince e convince anche se l'inizio è disastroso 0-2.

A marzo la squadra ha un momento di appannamento coinciso con i problemi familiari di coach Maggioni ma la squadra riesce a centrare i play off ; l'avversaria però è la meno abbordabile..... Buster che poi vincerà il campionato con Babic.

Vengono inseriti stabilmente i ragazzi delle giovanili '88 e '89.

La stagione successiva la squadra viene rivoluzionata per le innumerevoi partenze, circa 7/10 .

Ma la politica è la stessa: lanciare i giovani. Stabilmente  vengono inseriti i ragazzi del 92.

Alla fine della stagione una agevole salvezza nei play out contro il Valeggio che da l'opportunità a Carazza Nicolò di essere chiamato a giocare a Verona Basket (serie C2) .

 

Ultimo aggiornamento ( Martedì 27 Gennaio 2009 19:06 )